Maker Festival 2016 al Museo C.A.O.S. di Terni

Al Museo CAOS torna il Terni Maker Festival con curiosità e novità tecnologiche da approfondire.

Dopo l’edizione del 2015, torna al Museo CAOS di Terni l’edizione del Terni Maker Festival. L’edizione 2016 avrà luogo il 7 Maggio presso gli spazi del CAOS (Centro Arti Opificio Siri) di Terni e sarà un’occasione per appassionati e famiglie di passare una giornata curiosando tra espositori, laboratori e conferenze adatte a tutti.

All’interno del Terni Maker Festival ci sarà anche la premiazione dedicata allo Young Maker Festival dove verranno presentati 11 progetti realizzati da ragazzi e ragazze sotto i 30 anni, singoli o in gruppo che si contenderanno i premi finali messi in palio.

Il programma 2016 è ricco di eventi, laboratori e conferenze. Vi proponiamo quindi di seguito tutti i dettagli dell’evento assolutamente da non perdere:

ESPOSITORI DELLO YOUNG MAKER FESTIVAL

  • Endoscopio telecomandato per scavi archeologici
    Il nostro endoscopio serve per l’esplorazione di piccole cavità con una parte mobile controllata tramite un telecomando. Il tutto verrà realizzato a basso costo e totalmente open source.
    Presentato da Ariton Teodor Catalin
  • Smart Overalls
    Ancora oggi in Italia le statistiche sugli incidenti sul lavoro dimostrano come la cultura della sicurezza debba ancora diffondersi . Come la cintura di sicurezza delle automobili, che “avverte” il conducente in caso di dimenticanza, si è pensato di utilizzare un sistema simile per la sicurezza.
    Presentato dalle classi 4aet (elettrotecnici) e 5aia (informatici) dell’ITT “allievi-Sangallo” di Terni.
  • Music Tesla Coil
    Questo progetto consiste nella realizzazione di una bobina di Tesla comandata tramite un segnale audio.
    Presentato da Riccardo Manoni.
  • Sonar Eyes
    Il progetto è rivolto a tutte quelle applicazioni che richiedono la misurazione della distanza, in più può essere usato anche dai non vedenti, come ulteriore aiuto quotidiano.
    Presentato da Riccardo Francescangeli.
  • Il bidone in rete
    Si intende realizzare un bidone dell’immondizia intelligente che comunica quando è pieno all’azienda rifiuti, in particolaresi intende anche realizzare una pagina web in cui è possibile controllare quali bidoni relativi a un’area sono pieni e quali no ed eseguire lo svuotamento.
    Presentato da un gruppo di studenti dell’I.I.S Rosatelli di Rieti.
  • Amb.Uino
    Creare un Laboratorio di Fisica con elaborazione dati in tempo reale utilizzando open hardware ed open software.
    Presentato da 15 studenti delle classi quarte, Scienze Applicate, del Liceo ‘Renato Donatelli’ di Terni.
  • Stacker-ino
    Il progetto si basa sulla realizzazione di un cabinato in scala del gioco stacker, un arcade famoso nelle sale gioco giapponesi dove l’obbiettivo e impilare dei blocchi. La struttura è molto semplice, una matrice di led che si illumina in sequenza il tutto comandato da Arduino.
    Presentato da Xhuliano Bushi.
  • Ecobox Terraformer
    EcoBox è un contenitore in atmosfera controllata per lo studio di ecosistemi. Partendo da un ambiente arido privo di vita, si dovrà sbloccare l’accesso a nuovi livelli di complessità rilasciando le Life-Spores, capsule con gli ingredienti necessari allo sviluppo di forme di vita sempre più evolute.
    Presentato da Jacopo Diamanti e Pierluigi Cox.
  • Pd-5 Virtual Analog Synthesizer
    Realizzazione software/hardware di un sintetizzatore basato sul synth analogico Yamaha CS-5. a cui sono stati aggiunti vari moduli non presenti nell’originale. Realizzato su piattaforma Raspberry Pi + Arduino.
    Presentato da Mario Buoninfante.
  • Wall-Do
    Wall-Do è una soluzione rapida per la domotica. Una volta accesa la base di controllo è possibile posizionare dispositivi wireless (widget) in tutta la stanza. Pulsanti, display, Social spot e tanti altri. I widget posso essere impostati e personalizzati tramite applicazione su smartphone o tablet.
    Presentato da Jacopo Diamanti.
  • Minetest and More
    Il progetto sperimenta in maniera trasversale, l’utilizzo della realtà virtuale di Minetest per programmare e controllare un robot reale come MBOT, basato su Arduino.
    Presentato da un gruppo di ragazzi dello Hack-Maker Space all’interno della Biblioteca Pubblica di Fabriano (Ancona).

ESPOSITORI

  • I.I.S “C. Rosatelli” di Rieti
    “Dalla soffitta al laboratorio”
    Obiettivo del progetto “ Dalla soffitta al laboratorio”, ideato dall’I.I.S. “C. Rosatelli”, è il recupero di vecchi giocattoli, che i nativi digitali trovano poco attraenti, puntando sul loro restyiling da un punto di vista tecnologico. In quest’ottica, le obsolete piste di automobiline si dotano di impianti di telemetria con possibilità di venir collegati ad un pc per seguirne il numero di giri, velocità media, giro più veloce, ecc. Le vecchie automobili elettriche vengono guidate a distanza attraverso telecomandi in disuso, tablet o smartphone. Allo stesso modo un gioco molto diffuso, quale “L’allegro chirurgo”, si arricchisce di un’interfaccia grafica per seguire a distanza gli interventi eseguiti per gioco.
    Sito del progetto
  • Daniele Leandri
    “Pitturino”
    Pitturino campiona il colore di un punto di una foto (.jpg) o Webcam e tramite miscelazione di quattro colori (a tempera atossica Giotto) Cyan, Magenta Yellow, Key(Black) produce la tinta desiderata pronta per essere utilizzata con un pennello su di una tela. Il software di Pitturino consente di catturare le coordinate di colore (CMYK) di un punto di una foto o di una tavolozza. Tali coordinate sono successivamente inviate ad un Arduino che provvede infine a dosare, tramite 5 pompe peristaltiche automatizzate, le componenti del colore desiderato. Miscelando infine sulla tavolozza queste componenti otterremmo il colore (tempera) desiderato pronto per essere utilizzato sulla tela.
    Sito del progetto
  • Giuseppe Torino
    “Power alerter”
    Il progetto si compone di due parti, un server ed un client, entrambi realizzati con un Arduino, ed alcuni componenti esterni. Si ispira all’Open Energy Monitor (https://openenergymonitor.org) del quale utilizza una versione leggermente modificata del EmonTx. Lo scopo è quello di misurare la potenza istantanea assorbita dall’impianto elettrico e di inviarla tramite un semplice server socket, tramite LAN, ad un client che ha lo scopo di visualizzarla su un display. Il client inoltre ha un cicalino che avvisa se viene superata la potenza massima prevista dal fornitore di energia elettrica.
    Sito del progetto
  • Matter Pattern
    “Matter Pattern”
    MatterPattern è un progetto di ricerca sulla fabbricazione digitale che tenta di unire il disegno parametrico, attraverso software algoritmico, di pattern geometrici tradizionali con i diversi materiali, per mezzo della lavorazione di diverse macchine a controllo numerico.
    Sito del progetto
  • Dawid di ITIS Merloni e Makerspace Biblioteca “R.Sassi” Fabriano
    “V4V”
    Il progetto V4V – V for Vendemmia è un tributo al progetto del laboratorio cantina della Facoltà di Informatica dell’Università di Bologna condotto dal prof. Renzo Davoli. Il progetto è sviluppato all’interno del makerspace della Biblioteca Pubblica di Fabriano con l’associazione PDP Free Software User Group V4V è una postazione all’interno di una biblioteca pubblica dove è possibile vendemmiare (scaricare) sulla propria pen drive una distro GNU/Linux a scelta dall’utente, e in modo da poter effettuare il boot direttamente da USB. Uno dei giovani ragazzi del makerspace, Dawid Weglarz, sta sviluppando l’interfaccia web, già funzionante, come progetto finale per il diploma di perito informatico.
    Sito del progetto

CONFERENZE

  • Terni Business Group
    Terni Business Group: come il networking può far crescere la città
    Il networking online e offline, come nuovo paradigma di business. Gli effetti positivi del networking: knowledge sharing, job rotation, new business opportunities. Il Terni Business Group a servizio della città: mentoring e coaching per i giovani.
  • Maria Beatrice Rapaccini
    Makerspace in una bibioteca pubblica
    Sulla base dei nuovi paradigmi di apprendimento e dei modelli di biblioteca diffusi soprattutto negli Stati Uniti e nel Nord Europa, si è cominciato a ripensare la biblioteca come luogo di condivisione delle informazioni, delle tecnologie e delle idee. Si ritiene, quindi, necessario diffondere una maggior consapevolezza nell’uso delle tecnologie, in particolare di quelle digitali, e renderli, così, consumatori attivi e creativi.
  • Brevi presentazioni dei progetti dello Young Maker Festival e degli altri espositori

LABORATORI

  • Minetest
    Minetest è una versione gratuita di Minecraft che permette di programmare semplicemente e con grande divertimento all’interno di uno dei più amati e creativi videogame di tutti i tempi.
    Saranno disponibili due laboratori da 1 ora ciascuno.
    A breve le informazioni per l’iscrizione.
    A cura dello Hack-Maker Space all’interno della Biblioteca Pubblica di Fabriano (Ancona).
  • Introduzione al taglio laser
    workshop TAGLIO LASER con Arch. Alessandro Capati
    Il corso è rivolto alla progettazione di oggetti adatti ad essere prodotti con il taglio laser, attraverso la realizzazione di un disegno esecutivo e l’utilizzo di software dedicati. Al termine ciascun partecipante sarà in grado di produrre in autonomia un file esecutivo per il taglio laser e di realizzare il taglio con la macchina.
    Programma:
    • Introduzione alla fabbricazione digitale e all’utilizzo di macchine CNC
    • Progettare per il taglio: utilizzo di software per il disegno vettoriale e ottimizzazione file per il taglio laser
    • Principio di funzionamento di un plotter da taglio laser Co2 e dei componenti ausiliari
    • Applicazioni pratiche su più materiali, con opzioni e finalità differenti
    • Sistemi di incastro e nodi
    • Aperitivo finale
    Alessandro Capati è architetto, designer, modellista, esperto in tecnologie CNC, lavora presso Green Tales, start up con base a Terni che opera nel campo della prototipazione, del reverse engineering, della ricerca e sviluppo per nuovi prodotti. Nel suo recente passato ha lavorato a vari progetti di architettura, attività di ricerca, organizzazione di eventi pubblici, corsi di formazione.
    NB I corsi permettono di ottenere 4 crediti da parte dell’Ordine degli Architetti OAPPC Terni (10€ spese di segreteria)
    I corsi si svolgeranno c/o Green Tales FAB LAB
    Via Luigi Casale, 4 c/o Italeaf, Terni
    per informazioni e iscrizioni mandare email a [email protected]
    costo del corso 30€ compreso aperitivo finale offerto da La Palazzola | Azienda Agricola La Palazzola di Stefano Grilli e da @Vitisvinifera drink&food.

Per maggiori informazioni sul Terni Maker Festival potete visitare questo sito.

Condividi
  , , , ,